Pittrice

Opere

Critiche
Esposizioni e Premi

Gallerique

Saatchi Art

Catalogo Mostra d’Arte “Non gir vagando intorno, o Fantasia. Omaggio alle poesie di Alessandro Poerio” Torre del Beverello, Maschio Angioino, 5 gennaio 2016

Mostra Omaggio alle Poesie di Alessandro Poerio, Istituto Banco di Napoli Fondazione, 7 dicembre 2012

 

 

GIUDIZI CRITICI

“La pittura di Anna Poerio trasfigura in una dimensione lirico/simbolica realtà contingenti e valori spirituali che danno linfa all’esistenza, sublimando in visioni leggiadre e armoniose i rapporti umani, le speranze, i sogni e gli stati d’animo più vari che accompagnano il dinamico fluire della vita. La pittrice ci parla attraverso le sue opere con un linguaggio estremamente raffinato, levigato nelle stesure grafiche e cromatiche, elegante nella composizione; e formula con originalità un proprio concetto di figurazione, dove la narrazione esplicita spesso cede il passo all’analogia, per palesare le percezioni e le intuizioni della fantasia creatrice.
Le interpretazioni concettuali di Anna Poerio hanno come punto di riferimento la bellezza e l’armonia del corpo umano, quello muliebre in particolare. Figure giovanili popolano le sue tele, spesso rappresentate mentre eseguono passi di danza; figure sempre in sintonia con la natura circostante, al punto da identificarsi quasi con questa nel proprio ruolo espressivo. Donne e fiori, coppie che sbocciano da grandi foglie, corpi che danzano nel trepido vibrare di arcane atmosfere e si snodano con delicatezza, cercandosi per un abbraccio che suggella emozioni e sentimenti manifestati senza enfatici accenti. Questa pittura rivela sensibilità e gusto per la bellezza, doti che vengono esaltate da una tessitura cromatica ben dosata, con melodiche assonanze tonali che ne accrescono la poetica intonazione”.

Salvatore Perdicaro

“Ascoltare l’arte”

“L’Artista Anna Poerio, in possesso di una forte sensibilità, ci presenta una figurazione estremamente intimista ricca di veri valori e profonda analisi in cui coesistono significativi aspetti sia di contenuto che di forma; è un’arte meditata, rasserenante, che ci travolge appieno perché è vivamente sentita, infatti ogni particolare nei suoi dipinti accoglie stati d’animo infiniti. L’esistenza umana invade fascinosamente il ciclo di opere della Poerio, le tematiche sempre suggestive d’interiorità narrano con attento verismo figure che leggere danzano seducenti e spontanee, aggraziate da uno scenario delicato dove fiori che sbocciano in armonia si avvolgono di un’atmosfera sognante rivestendosi di libertà ed emozioni. Il corpo umano che si fonde con la natura quindi, continuamente alimentato da un prezioso colloquio e da un sentimentalismo palpabile che si movimenta nell’opera con miriadi di sensazioni che non fanno altro che acquisire complicità e trovare così uno spazio tutto loro, uno spazio essenziale. Consapevolezza tecnica, meticolosità strutturale e rigorosa impostazione cromatica svelano uno stile autonomo e aprono un descrittivismo ricercato creando pertanto un’elegante espressività pittorica pregnante di grande umanità. Mentre lo sfondo rarefatto ed il tratteggio denso e sicuro descrivono evidenti sfaccettature di chiaroscuri che invadono sapientemente tutto il contesto dell’opera, l’intensa comunicazione, il caratterizzante gestualismo e la capacità rappresentativa si amalgamano in una validità artistica immediata dalla quale emerge visibile talento.

La Poerio, servendosi della tecnica mista – olio su tela, con vibrante poesia ed indiscutibile maestria conduce un’arte sincera molto impegnativa, senz’altro contemplativa, che viene vissuta dall’Artista con riflessione e forte interpretazione. Notiamo come le titolazioni “Aurora”, “Donna con fiori” e “Danza sul mare”, intrise di luce, movimenti e freschezza costituiscano una parte del suo vasto e notevole percorso pittorico; un percorso costruito con precisione e arricchito da abile ricerca dove si respira un’arte di pura essenza che va letta, ma soprattutto ascoltata perché è intessuta di autentica emozionalità, perché è un’arte che nasce dal cuore.”

M. Malì

LEGGEREZZA DELL’ESSERE

“Tutta la pittura di Anna Poerio è imperniata sulla leggiadria armonica del movimento. I suoi personaggi danzano dentro ad un cerchio composto, dove la sinuosità lineare non può accedere a paradigmi reali. Nei suoi dipinti risalta un espressionismo marcato, configurato dalla ritmicità aggraziata dei tratteggi. I fuscelli floreali anch’essi prendono corpo nel mutualismo gestuale della fisicità umana. C’è un parallelismo esistenziale uomo-natura, dove gli unici componenti eterogenei risultano elementi vitali. La linfa scorre velocemente, ma con un ordine prestabilito all’interno del corpo umano, così some si svela la vita primeva elevata ed accarezzata dalla luce, quella autentica e quella cromatica, impressionata sulla tela da uno sfondo omogeneo. La perfezione mentale nella quale s’imbatte l’artista è pensata seriamente come una spirale metafisica, dove i volteggi coreografici, sono unici movimenti determinanti per definire l’estetica, parte integrante e strutturale dell’arte.
Anna Poerio si sofferma un po’ sulla filosofia Kantiana, in cui il bello, da un punto di vista razionalistico non è il perfetto poiché riferito soltanto alla forma di un oggetto e non alla materia in sé. Il bello è il risultato di un gioco armonico che s’instaura fra immaginazione ed intelletto. Ciò che denominiamo sublime non è altro che percezione assoluta, infinita, esponenziale (sublime matematico) che a causa della sua potenza (sublime dinamico) non può essere comparato ad una connessione armonica dell’immaginazione con la ragione.
Per l’artista l’arte stessa è manifestazione sublime, anche nei confronti della natura. Per realizzare un piacevole dipinto deve coinvolgere necessariamente il “genio”; ispirazione, dunque, non tanto come spontaneità piuttosto come un operare severamente.
Il concetto filosofico di Hegel non viene scartato dalla pittrice. L’arte è un sunto di sentimenti, ricca di significati profondamente umani; l’arte non è cincischiare intorno.
Anna Poerio ritiene fondamentale cogliere lo svolgimento delle fasi di un ballerino che danza, maschio o femmina che sia: il danzatore include l’essere in sé, esce fuori di sé, evocando il sublime, rientra in sé; la dinamica artistica è compiuta.”

Torino, 14 ottobre 2004, Maria Grazia Spadaro

PREMI E ESPOSIZIONI (Anna Poerio)

  • Trofeo dei Dogi, Comogli (Ge) 2004
  • Premio Salvador Dalì, Roma (Accademia dei Dioscuri)
  • Premio Internazionale “Art in the World 2004”, Sirmione
  • Artist of the year 2004, Pesaro La Telaccia d’oro, Torino
  • La Vela d’oro, Cesenatico
  • Oscar dell’Arte, “Le Métropole Palace”, Montecarlo (25 settembre 2004)
  • Premio Cremona
  • Premio Internazionale “Arte e Cultura”, Castel S. Giorgio (Sa)
  • Premio “Cosmè Tura”, Casa Editrice Alba, Ferrara
  • XII Festival della Pittura Contemporanea, Sanremo – (Medaglia d’argento)
  • Premio Internazionale Città di Pomigliano d’Arco (Na) – 1° class.
  • Premio Superga, Torino – (Targa della Regione Piemonte)
  • Premio Accademia Internazionale d’Arte Moderna, Roma 2005
  • Premio Cinquantenario Regata, Amalfi 2005
  • Premio Biennale di Venezia, casa editrice il Quadrato, Venezia , 3 luglio 2005
  • Gran Premio Internazionale “Genova Art 2005”, avec titre de Magnifique pour la Culture Universel dans le Monde, Accademia Araldica “Il Marzocco” di Firenze
  • Premio “Il Genio dell’Arte e della Scienza” 2005, Pomigliano d’Arco
  • Premio “Eccellenza Stilistica” 2011, Centro Diffusione Arte, Palermo
  • Premio “Vittorio Sgarbi – La Selezione”, Arte Salerno 2017

ESPOSIZIONI:

  • Circolo degli Ufficiali dell’Esercito, Napoli – (collettiva)
  • Hotel Olivi, Sirmione – (collettiva)
  • Hotel New Bristol, Cesenatico – (collettiva)
  • Hotel Miramare, Cesenatico – (collettiva)
  • Galleria d’arte “La Telaccia”, Torino (personale dal 27 settembre al 6 ottobre 2004)
  • Comune di Cremona, Sala degli Alabardieri e dei Decurioni (collettiva)
  • XII Festival Internazionale della Pittura Contemporanea, Sanremo (26 ott. – 4 nov.)
  • Arte Capri, Palazzo dei Congressi, Capri (24 ott. – 3 nov. 2004)
  • Arte Fiera Padova (11 – 16 novembre 2004)
  • Premio Amalfi, Antichi Arsenali, Amalfi (30 nov. – 12 dicembre 2004)
  • Circolo Incontro, Teverola (personale, 12 dicembre 2004)
  • Città di Sant’Agata de’ Goti, Porticato Episcopio (personale 27dic. 2004 – 9 gen. 2005)
  • Casertarte,Caserta, Centro Servizi Sociali e Culturali Sant’Agostino (30dic. – 12 genn.)
  • Tour Exposition « Arte in Riviera » : Rimini, Riccione, Cesenatico, Fano, Grazzano Visconti (Pc)
  • Sanremo –10° Rassegna Internazionale di Pittura, Metti una canzone in cornice, Villa Ormon (28 febb. – 5 marzo2005)
  • International Caluma Art Center Copenaghen, Danimarca (3 – 5 maggio 2005)
  • “Notti Bianche dell’Arte”, Auditorium ex Macello, Aversa (17- 23 settembre 2005)
  • “Notti Bianche Romane”, Galleria Crispi, Roma (maggio 2006)
  • Museo Civico di Taverna (Cz), (dicembre 2006)
  • Palazzo Poerio, Belcastro (Cz), (marzo 2007)
  • Galleria Anacapri (NA), (luglio 2007)
  • The Brick Lane Gallery, Londra, (marzo 2010)
  • Galleria Famiglia Margini, Milano, (Gennaio 2012)
  • Istituto Banco di Napoli Fondazione, Napoli, (Dicembre 2012)
  • Miami meets Milano, Hotel Victor, Miami (Dicembre 2016)
  • Parallax Art Fair, Chelsea Old Town Hall, Londra (Febbraio 2016)
  • Arte Salerno 2017. Premio Internazionale Arte Contemporanea (Giugno 2017)
  • Magister Artis, Basilica di San Giovanni Maggiore, a cura di Vittorio Sgarbi,  Cava de’ Tirreni (Dicembre 2017)

BIBLIOGRAFIA

  • Dizionario Enciclopedico d’Arte Moderna e Contemporanea (Casa ed. Alba Ferrara)
  • L’Elite (Selezione arte italiana)
  • Il Convivio
  • Sanremo Arte
  • Boè
  • Avanguardie Artistiche 2005
  • Arte e dintorni
  • Percorsi d’oggi
  • Il Notiziario dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna, Roma
  • Il Genio dell’Arte e della Scienza 2005
  • Catalogo d’Arte Moderna (Giorgio Mondadori 2005)
  • Accademia (rivista dell’accademia Araldica “Il Marzocco di Firenze”)

CRITICI

  • Salvatore Perdicaro
  • Angelo Martina
  • Gerard Argelier
  • Rosario Avvisati
  • Giuseppe Nasillo
  • Alfredo Avitabile
  • M. Malì
  • Maria Grazia Spadaro
  • Giorgio Falossi
  • Maria Rosaria Belgiovine
  • Alfredo Pasolino
  • Giuseppe Manitta
  • Elena Cicchetti
  • Beppe Palomba